Revolution - Assisi Suono Sacro live
Revolution - Assisi Suono Sacro live
  • Load image into Gallery viewer, Revolution - Assisi Suono Sacro live
  • Load image into Gallery viewer, Revolution - Assisi Suono Sacro live

Revolution - Assisi Suono Sacro live

Vendor
Blue Seal Concept
Regular price
$18.00
Sale price
$18.00
Regular price
Sold out
Unit price
per 

Blue Seal pubblica il concerto finale del Festival Assisi Suono Sacro rEVOLUTION inserendolo nel catalogo della sua label Blue Seal Concept. Il concerto si è tenuto nella sala Pinacoteca del Palazzo comunale di Assisi nella serata del 14 agosto 2021.

Questa pubblicazione testimonia la condivisione di intenti e di vedute con l’Associazione Assisi Suono Sacro che dal 2012 lavora con grande passione e competenza nell’alta formazione della musica classica e contemporanea e nella visibilità dei suoi linguaggi.

Appassionante è il risultato artistico ottenuto da questo tipo di produzione. Dall’ascolto delle tracce emerge chiaramente la forza espressiva ed evocativa del concerto “live”, la cui energia dà soluzione anche alle difficoltà tecniche che si palesano nella realizzazione delle riprese audio di eventi come questo.

 La musica contemporanea è anche una sorta di performance artistica che può perdere vitalità ed intensità nelle registrazioni in studio, mentre rivela appieno la sua forza concettuale ed estetica nelle esecuzioni dal vivo, arricchendosi di quel rimbalzo continuo di emozione e partecipazione tra musicista e pubblico che rende il tutto parte di un'unica importante rappresentazione.

Dario Michelon, Saverio Santoni e Marco Taurisani scrivono i brani per il trio di clarinetto, violoncello e pianoforte.

 L’esecuzione in prima assoluta è magistralmente eseguita da tre ottimi musicisti diretti dagli stessi autori.  Ivano Rondoni al clarinetto, Katie Bruni al violoncello e Fabio Afrune al pianoforte.

Il concerto ha poi una splendida appendice per flauto solo: Divinum Lumen di Marco Lucidi in prima esecuzione assoluta ed il Magnificat di Stefano Taglietti.

 Andrea Ceccomori al flauto ci regala una perfetta e coinvolgente esecuzione che ne sottolinea, se ancora ce ne fosse bisogno, le grandi doti tecniche ed interpretative.